NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Zucchi: “Sarà un Arezzo avvelenato. Serve la partita perfetta”

In apertura della conferenza stampa che precede la sfida con l’Arezzo il responsabile dell’area tecnica Antonello Zucchi focalizza l’attenzione sulle eventuali ripercussioni sulla partita delle vicissitudini societarie dei toscani mostrando grande risolutezza: “I giocatori quando vanno in campo non pensano agli stipendi. Ma pensano a fare bene al gruppo e a loro stessi. Sarà un Arezzo più avvelenato rispetto ad una condizione normale. Sarà una guerra. Serve la partita perfetta per portare a casa i tre punti che ci servono“. Subito dopo il dirigente biancoverde tocca il tema delle direzioni di gara: “Nel bilancio di un campionato le decisioni arbitrali non incidono per nulla”. Inevitabile un’analisi della fase non positiva: “E’ una crisi solo di risultati perchè la squadra continua ad esprimere un bel calcio. Stiamo però facendo errori individuali che prima non commettevamo. Momenti di deconcentrazione su cui bisogna lavorare. L’impegno dei ragazzi non è mai mancato. Forse se questo momento negativo fosse accaduto all’inizio sarebbe stato meno allarmante e avrebbe fatto meno notizia. In ogni caso non sono assolutamente preoccupato. So che questo gruppo non mollerà mai. Vedo il lavoro quotidiano di tutti. Non c’è un calo fisico, ma è soltanto un fattore di concentrazione. Appurato che questa categoria possiamo farla tranquillamente è obbligatorio non sottovalutare mai gli avversari. Bisogna dare sempre il 150 per cento perchè chi ci troviamo di fronte ha fatto la Serie C più di noi. Non si deve essere appagati. Mai. Deve ritornare la fame dell’avvio del campionato”.  Bilancio del girone d’andata? “Positivo perchè virtualmente siamo salvi. E’ un raggruppamento dove a fare la differenza sono valori sia tecnici che umani: quelli che avevamo all’inizio della stagione“. Massima fiducia nel tecnico. “Giorico sta lavorando benissimo. Fa parte di un progetto che prescinde dai momenti di sconforto. Sa affrontare momenti di emergenza senza spaventarsi. La società gli sta vicino, come sta vicino alla squadra. Siamo fiduciosi” Ci sarà un intervento sul mercato?: “Non possiamo nascondere che stiamo osservando la situazione. Siamo concentrati sulla partita di domani e poi su quella con la Viterbese. Dal 2 gennaio valuteremo alcuni profili che potrebbero venire a dare una mano a questo gruppo già formato” Situazione stadio: “Il Sindaco e la maggioranza hanno già avviato la procedura di assegnazione delle opere. Stiamo lavorando con l’Amministrazione che ha già messo a disposizione 600 mila euro per la messa in sicurezza dello stadio e per adeguarlo ai criteri stabiliti dalla Lega Pro. Per fine marzo ritorneremo al “Biagio Pirina“.

Mauro Giorico è determinato: “Siamo molto carichi. Non vediamo l’ora di affrontare l’Arezzo, perchè quando si arriva da una crisi di risultati come la nostra si vuole giocare subito per cercare di rifarsi e ottenere quel risultato necessario per dare fiducia e consapevolezza di proseguire positivamente il nostro percorso. Dobbiamo tirare su l’attenzione. L’Arezzo è un ottima squadra con giocatori che hanno calcato ben altri campi. All’andata li abbiamo sorpresi e dobbiamo sorprenderli anche domani, perchè la nostra classifica necessità di un’iniezione di fiducia. A fare la differenza sarà la voglia di vincere da parte di tutti, panchina e staff compresi”.