NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Piroli firma una vittoria fondamentale

Un’ incornata di Danilo Piroli poco dopo la mezz’ora del primo tempo regala all’Arzachena tre punti fondamentali in chiave salvezza. Una vittoria tanto sofferta quanto meritata quella dei biancoverdi a spese di un Gavorrano tosto e fisico che si giocava al Nespoli molte delle sue speranze di mantenere la categoria. L’espulsione di Peana all’inizio della ripresa ha complicato il compito smeraldino, ma Nuvoli e compagni hanno dimostrato carattere da vendere portando a casa un risultato dal peso specifico enorme. Giorico concede un turno di riposo ad Arboleda e Sbardella sostituiti da Peana e Baldanzeddu mentre Bertoldi gioca in luogo di Lisai. Avvio lento e guardingo. Prova ad accendere le polveri Curcio che all’8′ si libera elegantemente sulla linea mediana e lancia Vano che dribbla il portiere ma, da posizione molto defilata, sbaglia la misura del cross e l’occasione sfuma. Il Gavorrano col passare dei minuti guadagna metri concludendo al 22′ con Brega che, servito da Vitiello, si libera in piena area e spara: Piroli si immola sventando con il corpo una rete certa. I toscani insistono e al 25′ Maistro tira dal limite trovando la provvidenziale deviazione in corner di Baldanzeddu. Al 30′ Favale mette in mezzo e Brega incorna senza centrare lo specchio. I biancoverdi tengono botta e, appena allentano la pressione, passano. Al 32′ Curcio pennella un calcio d’angolo sul primo palo dove Vano salta ingannando Falcone: per Piroli, ottimamente piazzato è un gioco da ragazzi insaccare di testa nella porta sguarnita (nella foto). Subito dopo inizia a piovere e, sino all’intervallo, non si registrano altre azioni degne di nota. Al ritorno in campo l’Arzachena appare più tonica degli avversari. Al 5′ Vano ruba palla a Marchetti e si invola verso la porta: il suo sinistro è deviato in corner da Falcone. L’inerzia muta completamente dopo 3 minuti allorchè Peana va sotto la doccia per doppia ammonizione. Giorico inserisce subito Arboleda: il sacrificato è Sanna. Il Gavorrano conquista la metà campo gallurese pur non riuscendo a rendersi pericoloso. Al 19′ Curcio illumina per Bertoldi che giunto in area crossa per Vano che manca di un nulla la deviazione di testa. Ospiti che tentano dalla distanza con Damonte (destro ascendere alto al 21′) e con il nuovo entrato Barbuti (sinistro diagonale a lato al 28′). La pioggia aumenta notevolmente di intensità mentre gli attacchi dei maremmani si susseguono. Piroli e Baldanzeddu dirigono da par loro la difesa e i rischi per Ruzittu sono davvero limitati. Al 42′ Ropolo manda fuori da buona posizione e al 46′ Barbuti indirizza di testa alto sulla traversa. Dopo un minuto Bruni (subentrato a Gemignani) colpisce con un pugno Vano e viene espulso. Dopo 5 minuti di recupero i ragazzi di Mauro Giorico possono festeggiare sotto la tribuna degli ultras un successo che avvicina sensibilmente al traguardo fissato ad inizio stagione.

Arzachena: Ruzittu, Peana, Varricchio, Casini, Baldanzeddu, Piroli, Bertoldi (26’st La Rosa), Nuvoli, Vano, Curcio (46’st Sbardella), Sanna (11’st Arboleda)

A disposizione: Cancelli, Bonacquisti, Aiana, Trillò, Taufer, Lisai, Esposito, Cardore, Musto

Allenatore: Mauro Giorico

Gavorrano: Falcone, Ropolo, Marchetti, Gemignani (25’st Bruni), Vitiello, Damonte, Favale (23’st Papini), Maistro, Borghini (23’st Conti), Brega (31’st Merini), Moscati (23’st Barbuti)

A disposizione: Cogno, Luciani, Parisi, Malotti

Allenatore: Giancarlo Favarin

Rete: 32′ Piroli

Note: espulsi Peana (8’st doppia ammonizione) e Bruni (47’st per gioco violento); ammoniti Vitiello, Marchetti, Borghini, Maistro, Damonte; angoli 6 a 4 per il Gavorrano; recupero 1’pt e 5’st.

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio