NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Giorico: “Dobbiamo soffrire ancora, ma siamo pronti a farlo”

Mauro Giorico analizza con serenità quanto espresso dal terreno di gioco nella sfida con il Prato: “Per i nostri avversari odierni ogni partita è da ultima spiaggia poichè devono recuperare tanti punti. Dispiace non essere riusciti a vincere poichè questo ci avrebbe consentito di chiudere anticipatamente il discorso salvezza. Purtroppo ci siamo ancora una volta fatti male da soli regalando l’opportunità che ha determinato il calcio di rigore. La rete ha ringalluzzito il Prato e perciò ritengo sia stato importante recuperare, anche se resta il rammarico per non essere riusciti a realizzare il secondo gol nonostante le chiare occasioni costruite“. Cosa sta succedendo all’Arzachena? “Se all’inizio della stagione mi avessero detto che ci saremo salvati all’ultimo minuto dell’ultima giornata ci avrei messo la firma. Dobbiamo ancora giocare 6 partite e ci sono tutti i presupposti per una salvezza diretta. Dobbiamo soffrire ancora, ma siamo pronti a farlo. Da domani prepareremo la gara di Alessandria per la quale recupereremo almeno Nuvoli e Vano. Nelle prossime tre trasferte consecutive dobbiamo raccogliere i punti che ci diano la definitiva tranquillità“.

Andrea Peana descrive la sua prodezza: “L’ho stoppata come ho potuto e ho calciato immediatamente. Non segnavo da 6 anni: è valsa la pena aspettare così tanto per festeggiare un gol così”. Una rete importantissima: “Sembrava una di quelle partite in cui la palla non vuole entrare: la traversa, i salvataggi sulla linea, le parate del loro portiere”. La salvezza non è ancora in tasca: “Vorrà dire che soffriremo ancora un po’, ma è sicuro che daremo il massimo per ottenerla al più presto“.

Alessio Curcio guarda già a martedì: “Il futuro è Alessandria. La sfida del “Moccagatta” non è certo facile, ma, soprattutto in questa fase della stagione, può succedere di tutto. Abbiamo il dovere di provarci. Dobbiamo credere in un risultato positivo“. Cosa non ha funzionato con il Prato? “Forse l’abbiamo sentita troppo e in alcuni frangenti siamo stati timorosi“. Due punti persi o uno guadagnato? “E’ un punto che ci consente di restare in una buona posizione lasciando i nostri avversari a 15 punti di distanza”.

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio