NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Giorico: “Ho deciso di giocare così sin da domenica scorsa”.

Ha appena scritto una pagina indelebile della storia della sua Arzachena: per Mauro Giorico è impossibile nascondere una gioia incontenibile. “E’ una grande vittoria. Questa partita l’avevamo preparata così. E’ venuto tutto bene“. Uno schieramento offensivo che ha fatto la differenza: “Ho sopperito alle defezioni a centrocampo utilizzando due giocatori che potessero fare bene le mezze ali. Non volevo rinunciare alle due punte che erano in forma e ho messo Curcio a girar loro intorno”. Quel che si dice il calcio. “L’avevo detto in conferenza stampa: non ci saremo snaturati”. Arzachena praticamente perfetta. “Questo è un gruppo che sta acquisendo la consapevolezza di poter stare in questa categoria. Dovevamo stare corti tra i reparti e ripartire . Nel secondo tempo in qualche circostanza potevamo fare ancora male ai nostri avversari“. Olbia sotto tono? “Non sono assolutamente d’accordo. E’ stata l’Arzachena ad essere superiore all’Olbia. Che è diverso“. La difesa ha corso pochissimi rischi: “Abbiamo iniziato a difendere dalla linea avanzata per proseguire con i centrocampisti. In tal modo il compito dei difensori è agevolato”. Quando ha deciso questa disposizione tattica? “I ragazzi lo sapevano sin da domenica scorsa. Tutta la settimana ci abbiamo lavorato per arrivare pronti all’appuntamento”. E adesso? “Domattina allenamento. Non possiamo mollare di un centimetro. Ci attendono due trasferte consecutive a Cuneo e a Prato, due dirette concorrenti per la salvezza. Non ci possiamo permettere di toppare con squadre del nostro livello”. 

Alessio Curcio ha disputato un match sontuoso con giocate d’alta classe e ha messo dentro con freddezza il calcio di rigore del raddoppio: “Abbiamo vinto perchè abbiamo giocato una partita tatticamente perfetta”. Un gruppo compatto. “Ci siamo aiutati a vicenda per 90 minuti sacrificandoci in maniera totale“. Gioia immensa. “Vincere un derby da neo promossa così nettamente per noi è una bella soddisfazione”. Lo sguardo è già avanti. “Domenica prossima ci aspetta una partita importantissima per dare continuità a questa vittoria“.

Andrea Sanna ha aperto le marcature punendo ancora una volta l’Olbia: “E’ un campo che mi porta bene, segno spesso all’Olbia. Fare gol davanti ad un pubblico così è stato bellissimo“. Sfida intensa. “La gara è stata tirata e giocata su alti ritmi. Ci siamo sacrificati tutti. Non abbiamo loro permesso di sviluppare il gioco“.

Luca La Rosa gladiatore del centrocampo e autore di una rete dal valore altissimo: “E’ stata importante per vincere. Il risultato è strameritato perchè non abbiamo mai abbassato la guardia per 90 minuti“. Il segreto di un successo così clamoroso? “La nostra voglia di vincere: oggi nessuna squadra ci avrebbe potuto impedire di conquistare i tre punti”. Le sensazioni dopo il gol. “Da quella posizione è la prima punizione che capita quest’anno. Da lì, in allenamento, le calcio sempre io. Non riesco a descrivere ciò che ho provato. La dedico a mia moglie che è nuovamente in attesa“. La favola biancoverde non poteva avere fine migliore.

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio