NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Focus sull’Arezzo

E dopo il giro di boa ecco l’Arezzo. Gli amaranto fanno rivivere dolci ricordi biancoverdi. La vittoria all’esordio assoluto in Serie C in terra toscana resterà per sempre nella bacheca smeraldina: 3 a 2 firmato Sbardella, Sanna e Lisai. Un sogno realizzato mettendo nel carniere i primi tre punti salvezza. La squadra di Massimo Pavanel (che ha sostituito l’esonerato Claudio Bellucci dopo sole quattro giornate di campionato) arriva in Gallura dopo una settimana burrascosa. Già con due punti in meno in classifica a seguito della penalizzazione per inadempimenti amministrativi, l’Arezzo dopo aver cambiato proprietà, con alla presidenza da circa venti giorni Matteoni in luogo del dimissionario Ferretti, rischia ulteriori sanzioni in seguito al ritardo nel pagamento degli emolumenti dei giocatori. La squadra, che martedì non si è presentata per protesta alla ripresa degli allenamenti, ha confermato la disponibilità a scendere in campo contro l’Arzachena, ma non nella successiva gara interna contro la Giana Erminio qualora nel frattempo i calciatori non ricevano quanto di loro spettanza. Lo stato di agitazione della compagine amaranto è stato annunciato con un comunicato ufficiale sul sito web dell’Associazione Italiana Calciatori, il sindacato di categoria. Nonostante le vicissitudini sul fronte societario l’Arezzo viene da un’importante serie positiva: la vittoria sul Prato, il clamoroso successo a Pisa e il pari casalingo nel rovente derby di domenica scorsa con la Carrarese. Decisivo contro gli apuani il nono gol stagionale del bomber Moscardelli arrivato in pieno recupero. Il 37enne centravanti, che non ha certo bisogno di presentazioni, sta continuando a vivere una seconda giovinezza dopo i 16 centri realizzati nella scorsa stagione. A fianco a lui si muove Cutolo, altro attaccante di grande pericolosità. Sicuri assenti al Nespoli i centrocampisti Cenetti e Sabatino, squalificati. Appiedato dal Giudice Sportivo anche mister Pavanel, allontanato dal terreno di gioco nel convulso finale della sfida con gli apuani. Le assenze nella zona mediana potrebbero indurre il tecnico aretino a passare dal 3-5-2 al 4-4-2 con Talarico sulla linea dei terzini a fare reparto con Rinaldi, lo slovacco Varga e Luciani. In mezzo dovrebbero giostrare il maltese Muscat, Foglia, De Feudis e Corradi.

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio