NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Focus sulla Carrarese

Un osso duro con una voglia matta di emergere. La Carrarese arriva al Nespoli con ruolino di marcia che nelle ultime 9 sfide l’ha vista perdere soltanto una volta con all’attivo 3 successi e 5 pareggi. Sulla panchina apuana siede Silvio Baldini che, dopo 6 anni di lontananza dal calcio, ha deciso di allenare gratuitamente la squadra gialloblù. Il suo 4-2-3-1 è quanto di più spettacolare si possa immaginare coniugando sagacia tattica, fantasia e velocità con un gioco che sfrutta appieno le propulsioni sulle fasce. Un attacco atomico garantisce reti a go go con Ciccio Tavano che con 14 reti guida una batteria avanzata da paura completata dal gioiellino Biasci (7 reti), dall’esperto Coralli (6 reti), dai talentuosi Vassallo e Bentivegna (5 marcature a testa) e dell’appena arrivato Tortori (ex Venezia) andato a segno nel turno scorso contro la Giana Erminio. Il mercato invernale ha portato a Carrara anche i difensori Ricci (classe ’89 con 100 presenze in serie B), Murolo (classe ’83) e Vitturini (3 gettoni di A con il Pescara nato nel 1987) assieme all’attaccante esterno mancino scuola Brescia Baraye del ’97 (22 presenze in B con l’Entella) e al portiere Borra (anch’egli proveniente dal club di Chiavari) che ha soffiato il posto da titolare a Lagomarsini. In uscita Cazè, Maccabruni e Saporetti. I toscani occupano da soli la sesta posizione a quota 37 e non hanno mai nascosto le loro ambizioni puntando ad un piazzamento favorevole in ottica play off, sospinti da una tifoseria calda ed esigente. Altri punti di forza sono il fluidificante Possenti e, in mezzo, Rosaia e il ghanese Agyei. All’andata il gran gol di Andrea Sanna verso la fine della prima frazione fece cullare a lungo il sogno del colpaccio infranto in due minuti a metà ripresa dalla splendida doppietta di Biasci.

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio