NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Focus sul Prato

Il Prato si presenterà venerdì al Nespoli da ultima della classe. Una condizione che nella prima parte della stagione ha lasciato al Gavorrano per poi acquisirla, dapprima in alternanza con i maremmani e, ultimamente, in assoluta solitudine. Squadra dall’età media molto bassa quella diretta da Pasquale Catalano che anche nel mercato di riparazione ha continuato a pescare nei settori giovanili dello stivale. Nel roster laniero sono infatti arrivati i difensori Cistana (’97 ex Brescia), Zucchetti (’98 scuola Milan), Casale (’98 dal Verona) e Coccolo (’98 dalla Juventus); i centrocampisti Colli (’97 proveniente dal Bologna) e Bertoli (’96 12 presenze in B con il Brescia); gli attaccanti Carletti (’96 8 partite e 1 rete in B con il Carpi) e Akammadu (nigeriano classe ’98 con all’attivo 22 gare e 17 gol con la Primavera del Cesena). Hanno lasciato la compagnia Demoleon, Marzorati e Tchanturia. Il ruolino di marcia dei biancazzurri fa registrare nell ultime 9 giornate due vittorie (con Cuneo e Pro Piacenza), tre pareggi (Gavorrano, Pisa e Pistoiese) e quattro sconfitte. Contro i biancoverdi sarà assente per squalifica il centrale difensivo Martinelli. Nel 4-3-3 di Catalano da tenero d’occhio il talentuoso Ceccarelli (bomber pratese con 9 reti) e il centrocampista Fantacci (andato a segno 4 volte). Proprio Fantacci con un gran tiro da lontano diede il là all’andata alla rimonta toscana, completata da Liurni, in una ripresa che amareggiò il pomeriggio arzachenese, illuminato nella prima frazione dalle prodezze di Nuvoli e Vano.

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio