NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Una buona ripresa non basta. Gol annullato. L’Olbia vince 2 a 1.

Il derby di Gallura va all’Olbia. Il 2 a 1 conclusivo per i bianchi lascia ai biancoverdi di Mauro Giorico tanta amarezza e mille recriminazioni al termine di una sfida che i padroni di casa approcciano meglio chiudendo l’Arzachena nella propria metà campo, ma trovando i gol soltanto a causa di due amnesie smeraldine. La reazione della ripresa porta al gol valido di Curcio e a quello ingiustamente annullato di Vano quando mancavano 15 minuti al 90°. Il convulso finale non regala il pari a Nuvoli e compagni. Giorico schiera La Rosa in mezzo e Trillò esterno basso a sinistra e e opta per una tattica attendistica. L’Olbia assume l’iniziativa e al 5′ Ragatzu arpiona un lungo rinvio di Aresti e dopo un ottimo controllo conclude verso la porta trovando Ruzittu pronto a mandare in angolo. Al 10′ Ragatzu pennella da fermo per la testa di Leverbe: la palla termina alta. Possesso quasi costantemente olbiese e Arzachena che fatica a ripartire. Al 26′ Curcio è autore della prima sortita articolando un destro ascendere dai 25 metri che sorprende l’avanzato Aresti, ma la sfera si perde vicino al palo sinistro. L’Olbia si riprova al 29′ con la percussione di Pinna che crossa nell’area piccola dove Feala incorna a lato. Al 33′ fiammata arzachenese: Vano lanciato a rete viene steso al limite da Pinna (punito soltanto con il giallo): la successiva punizione è calciata da Curcio sulla barriera. Il vantaggio locale giunge al 36′: corner battuto da Ragatzu e disattenzione difensiva che consente a Senesi di colpire indisturbato di testa e di infilare nell’angolo destro a mezza altezza. Al 41′ Nuvoli perde palla a centrocampo e Senesi si invola verso l’area superando Ruzittu: Piroli riesce a deviare il pallone nei pressi della linea, ma Ragatzu si avventa come un falco e raddoppia. Un destro fuori di Curcio chiude la prima frazione. Dopo l’intervallo l’Arzachena muta atteggiamento e al 4′ Sanna segna deviando sottoporta una spizzicata di Vano, ma la rete è annullata per fuori gioco. Al 10′ Ragatzu libera Cotali sul cui cross Ruzittu ribatte con i pugni innescando la ripartenza conclusa da Sanna con un diagonale che non centra lo specchio. Giorico fa entrare Bertoldi per La Rosa (14′), mentre dopo 6 minuti Casini lascia il posto a Lisai che appena in campo mette da sinistra sulla testa di Curcio che accorcia le distanze (nella foto). Partita riaperta e Olbia in chiara difficoltà. Al 29′ ancora Lisai imprendibile sulla sinistra che crossa radente dal fondo per la scivolata vincente di Vano: l’urlo di gioia è strozzato dalla bandierina del guardalinee che segnala un offside molto dubbio. Arzachena che ci prova sino alla fine. Al 42′ piazzato da destra di Lisai, torre di Curcio e spaccata di Sbardella che manda il pallone sopra la traversa. Nel recupero l’arbitro dapprima non concede un calcio di rigore dopo un contatto in area ai danni di Nuvoli e poi mostra il rosso a Vano per una presunta gomitata ai danni di Leverbe. Finisce 2 a 1. Martedì, sempre al Nespoli, scontro salvezza con il Cuneo.

Olbia: Aresti, Pinna, Cotali, Murgia (22’st Biancu),Iotti, Leverbe, Feola, Muroni, Ragatzu (40’st Choe), Vallocchia, Senesi (30’st Silenzi).

A disposizione: Van Der Want, Manca, Geroni, Dametto, Pennington, Pisano, Oliveira

Allenatore Bernardo Mereu

Arzachena: Ruzittu, Arboleda (44’st Peana), Trillò (44’st Musto), La Rosa (14’st Bertoldi), Sbardella, Piroli, Casini (21’st Lisai), Nuvoli, Vano, Curcio, Sanna

A disposizione: Cancelli, Maestrelli, Aiana, Taufer,  Esposito, Cardore, Varricchio,

Allenatore Mauro Giorico

Arbitro: Santoro di Messina

Reti: 36′ Senesi 41′ Ragatzu 21’st Curcio

Note: espulso Vano (49’st per gioco falloso); ammoniti Murgia, La Rosa, Pinna, Muroni, Ragatzu, Arboleda, Nuvoli; angoli 7 a 3 per l’Olbia; recupero 2’pt e 5’st

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio