NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Arzachena stellare. Piacenza travolto 3 a 0

Un’Arzachena solida, determinata e consapevole rimanda a casa il blasonato Piacenza con un 3 a 0 sul groppone al termine di una sfida maschia che mette in evidenza la compattezza del gruppo diretto magistralmente da Mauro Giorico. I biancoverdi sono capaci di soffrire, ma anche di colpire senza pietà non appena si presentano opportunità da rete. Il mercato invernale ha consegnato al tecnico catalano una rosa che dispone di ricambi in ogni ruolo e che, in ogni suo elemento, evidenzia un attaccamento alla maglia e una voglia di lottare non comuni. Giorico tiene precauzionalmente a riposo Curcio (risentimento alla coscia) e schiera un 4-4-2 con Bertoldi esterno a sinistra di centrocampo. Capitan Bonacquisti ritorna dal primo minuto, mentre Varricchio gioca terzino sinistro. Franzini risponde con un 4-3-3 molto offensivo. Il Piacenza parte a spron battuto. Al 3′ Ruzittu anticipa di un niente Corazza in uscita bassa e dopo un minuto risponde alla grande sulla battuta dal limite di Taugourdeau opponendosi in angolo anche al successivo tentativo di Corazza. La prima ripartenza smeraldina è micidiale. Al 7′ Casini smista per Sanna che controlla sontuosamente, alza la testa e premia il taglio di Vano che fa secco Fumagalli con un piatto destro a mezza altezza. Ospiti che accusano il colpo e riducono il ritmo concludendo solo al 14′ con un piazzato di Taugourdeau che Ruzittu annulla con i pugni. Per una ventina di minuti la pressione emiliana diventa sterile e al 34′ la splendida imbucata di Bertoldi pesca Sanna sul quale è bravo Fumagalli uscendo a valanga. Nel finale di tempo il Piacenza spinge nuovamente sull’acceleratore. Al 37′ Varricchio mura un destro al volo di Di Molfetta e al 40′ termina fuori di pochissimo il diagonale dal limite di Corradi. Al 42′ l’opportunità per i biancorossi è clamorosa: Di Molfetta fa partire da destra un fendente che supera Ruzittu, ma Arboleda è miracoloso respingendo sulla linea e concedendo soltanto il corner. Prima dell’intervallo l’Arzachena riesce ad alleggerire e al 44′ la punizione dalla trequarti di Casini è un invito per Vano che da pochi passi manca di un soffio l’incornata vincente. L’ intervallo spegne gli ardori emiliani con l’Arzachena che guadagna metri preziosi. Vano (già ammonito) fa a sportellate con gli avversari che lo provocano a più riprese con alcune plateali sceneggiate. Giorico fiuta il pericolo e lo sostituisce con Musto che entra subito in partita. Al quarto d’ora Masciangelo impegna a terra Ruzittu che si fa trovare pronto anche sul diagonale di Franchi due minuti più tardi. L’undici smeraldino è in agguato e non appena si apre uno spazio assesta un altro durissimo colpo alle speranze ospiti. E’ il 18′ quando Nuvoli lavora una palla nella zona nevralgica prima di lanciare nello spazio Sanna. Il bomber di Donigala Fenughedu scatta alla perfezione e infila Fumagalli con un destro radente e angolato (nella foto) prima di ricevere l’abbraccio caloroso dei compagni. Giorico continua a leggere la partita da par suo ed effettua un doppio cambio: dentro Lisai per Sanna e Peana per l’affaticato (ma comunque ottimo) Varricchio. L’Arzachena rischia al 23′ in una mischia furibonda conclusa da una girata di Corradi che Ruzittu neutralizza da campione, ma successivamente diventa padrona del campo coprendo intelligentemente ogni zona del rettangolo di gioco. Al 31′ lo sprint di Casini è irresistibile: giunto al limite il marchigiano mira l’angolo destro sfiorando il montante. Escono anche l’acciaccato Arboleda (per Trillò) e lo stesso Casini (per La Rosa). L’ultimo scorcio di gara si consuma in assoluto controllo gallurese con la ciliegina sulla torta del terzo gol. Al 43′ Musto difende una palla al limite e la offre a Lisai che serve di prima intenzione l’accorrente La Rosa che ricama un destro a girare da manuale del calcio mandando la sfera a morire all’incrocio dei pali. Game over.

 

Arzachena: Ruzittu, Arboleda (31’st Trillò), Varricchio (21’st Peana), Bonacquisti, Sbardella, Piroli, Casini (31’st La Rosa), Nuvoli, Vano (12’st Musto), Bertoldi, Sanna (21’st Lisai)

A disposizione: Cancelli,  Aiana, Curcio, Taufer, Esposito, Cardore, Baldanzeddu

Allenatore: Mauro Giorico

Piacenza: Fumagalli, Di Cecco (37’st Mora), Masciangelo, Corradi, Pergreffi, Silva, Della Latta (21’st Segre), Corazza (12’st Franchi), Pesenti, (12’st Romero),Taugourdeau, Di Molfetta (21’st Zecca).

A disposizione: Basile, Lanzano, Pederzoli, Bini, Castellana.

Allenatore. Aldo Franzini

Arbitro: Clerico di Torino

Reti: 7′ Vano 18’st Sanna 43’st La Rosa

Note: ammoniti Vano, De Cecco, Corradi, Taugourdeau, La Rosa; angoli 7 a 2 per il Piacenza; recupero 0’pt e 5’st

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio