NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Una grande Arzachena beffata al 94′. La Robur Siena vince 3 a 2.

Una beffa atroce. Una grandissima Arzachena esce sconfitta dall’Artemio Franchi di Siena in maniera assolutamente immeritata subendo il gol del definitivo 3 a 2 a 15 secondi dallo scadere dell’ultimo dei 4 minuti di recupero. Una gara dai mille volti quella andata in scena sul campo toscano che i biancoverdi, dopo un avvio timido, interpretano alla grande con il passare dei minuti capovolgendo legittimamente il risultato e arrendendosi soltanto alle invenzioni di Stefano Guberti che prima realizza la rete del 2 a 2 e poi confeziona il cross da cui scaturisce la fortunosa carambola che determina il successo senese. Giorico predispone un classico 4-4-2 con l’appena arrivato Russu esterno a sinistra di centrocampo e Casini sul lato opposto. Davanti Curcio e Sanna. Il Siena parte fortissimo costringendo i biancoverdi sulla difensiva. All’ 8′ Ruzittu è bravissimo a ribattere un piazzato di Marotta ma il numero uno smeraldino nulla può al quarto d’ora quando Bulevardi indovina l’incrocio dei pali con un micidiale missile di destro dal limite. Toscani sulle ali dell’entusiasmo e al 18′ Neglia finalizza un contropiede con un sinistro radente che passa ad un niente dal palo lontano. Al 23′ Iapichino mette in mezzo per Marotta che cicca clamorosamente da due passi. Passata la tempesta iniziale l’ Arzachena esce gradatamente dal guscio con trame ordinate. Al 33′ Bonacquisti vede lo scatto di Sanna e lo serve di prima intenzione: il bomber entra in area da destra e tira trovando la parata di Pane. L’opportunità per il pari del 37′ è cristallina: Casini imbecca in area Curcio che si gira e spara con la sfera che si perde a fil di montante con Pane irrimediabilmente battuto. Nell’intervallo Giorico alza il baricentro: fuori Russu e dentro Vano. La partita cambia immediatamente con l’Arzachena a menare le danze. Il tridente smeraldino fa subito faville. Si gioca nella metà campo di casa. Al 5′ Nuvoli lavora una palla al limite e serve Sanna la cui botta è parata a terra da Pane. Al 7′ l’estremo bianconero si deve inchinare: Vano smista di petto per Curcio che pennella per lo scatto imperioso di Sanna che giunto in area lo fa secco con un destro rasoterra. Il Siena accusa il colpo e perde la testa: Sbraga colpisce Vano con una gomitata a gioco fermo e viene espulso. Bonacquisti e compagni colgono l’attimo e assumono l’iniziativa. Al 19′ Arboleda crossa da destra e Brumat rischia un clamoroso autogol con Pane che si salva per miracolo. Il vantaggio smeraldino è nell’aria. Lo realizza al 27′ Curcio con fantastico destro a girare sul secondo palo dopo un dialogo Vano-Sanna. Il Siena sembra ko, ma a resuscitarla ci pensa Guberti che al 32′ sfonda a sinistra e insacca con una conclusione velenosa. La rinata squadra di Mignani si getta all’attacco e al 38′ Marotta arriva con un attimo di ritardo in spaccata. Il tiro a lato di Guerri al 47′ sembra l’ultima emozione del match. Ma a 15 secondi dalla sirena Guberti inventa nuovamente: la palla spiove in area dove dal flipper conseguente scaturisce il rimpallo sullo gamba di Guerri che regala ai padroni di casa una vittoria oramai insperata. Per l’Arzachena un ko ingiusto che lascia tanto amaro in bocca. Tornare in Gallura a mani vuote dopo una prestazione del genere è davvero difficile da accettare. Ma tant’è. La prova c’è stata. Anche se questo è fonte di ulteriore rabbia. Ma la strada è quella giusta.

Robur Siena: Pane, Brumat, Sbraga, D’Ambrosio, Iapichino, Bulevardi (36’st Terigi), Cristiani (36’st Guerri), Vassallo (9’st Guberti), Marotta, Damian (24’st Gerli) Neglia (9’st Panariello)

A disposizione: Crisanto, Rondanini, Emmausso, Lescano, Mahrous, Romagnoli

Allenatore: Mignani

Arzachena: Ruzittu, Arboleda, Peana, Bonacquisti, Sbardella, Piroli, Russu (1’st Vano), Nuvoli, Curcio, Casini, Sanna (41’st Lisai)

A disposizione: Cancelli, Maestrelli, Aiana, La Rosa, Taufer, Bertoldi,

Allenatore: Giorico

Arbitro: Longo di Paola

Reti: 15′ Bulevardi 7’st Sanna 27’st Curcio 32’st Guberti 49’st Guerri

Note: espulso Sbraga (9’st fallo a gioco fermo);ammoniti Marotta, Guerri; angoli 6 a 2 per la Robur; recupero 2’pt e 4’st