NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Focus sull’Olbia

Il brivido del derby di Gallura. La sfida con i cugini dell’Olbia ha mille motivi di interesse che si intrecciano in un complicatissimo puzzle che sarà, forse, composto sabato sera sull’erbetta del Nespoli. I bianchi di Bernardo Mereu nelle 9 partite giocate nel girone di ritorno hanno vinto due volte (rocambolesco 4 a 3 a spese del Gavorrano e colpaccio a Pistoia), pareggiato in tre occasioni e perso le restanti quattro gare. 36 i punti conquistati sinora (due più dei biancoverdi) con una partita in meno (quella non disputata con l’Arezzo). Il tecnico di Triei predilige il 4-3-1-2 e, sulla linea difensiva, dovrà probabilmente rinunciare all’acciaccato Pisano, al cui posto dovrebbe giocare Pinna che avrà Cotali come omologo sulla fascia opposta. Al centro del reparto arretrato, davanti ad Aresti, sicuramente Iotti e uno tra Dametto e il corso Leverbe. In mezzo spazio a Pennington, Muroni e al carlofortino Feola. Il trequartista dietro le punte potrebbe essere l’ex Sambenedettese Vallocchia, preferito per la sua fisicità rispetto a Murgia e Biancu che hanno comunque buone chances di essere tra i titolari. Batteria offensiva affidata al bomber Ragatzu (13 gol all’attivo) affiancato dal veloce e tecnico Senesi oppure dal figlio d’arte Silenzi (decisivo nel successo in casa della Pistoiese). Sei gli ex sul fronte smeraldino: La Rosa, Lisai, Peana, mister Giorico, il suo secondo Fresi e il fisioterapista Canu. Ulteriori importanti elementi per la composizione del puzzle. All’andata Andrea Sanna, Alessio Curcio dal dischetto e Luca La Rosa firmarono una pagina indelebile della storia del club biancoverde.

Foto Ufficio Stampa Arzachena Costa Smeralda Calcio