NEWS

Articolo
Arzachena Costa Smeralda Calcio

Focus sulla Giana Erminio

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

La squadra lombarda prende il nome da Erminio Giana, un 19enne di Gorgonzola caduto durante la Prima Guerra Mondiale ed è arrivata in Serie C (allora Lega Pro) nel 2014 al culmine di una straordinaria striscia di tre campionati vittoriosi consecutivi: Promozione, Eccellenza e Serie D. Sulla sua panchina siede ininterrottamente da 22 stagioni Cesare Albè, 67 anni, autentica icona del sodalizio biancazzurro. 23 i punti conquistati sinora dalla “Giana” che, partita in sordina, si è resa protagonista di una grande rimonta in classifica stoppata proprio domenica scorsa in casa del Gavorrano. Prima del ko in terra toscana cinque risultati utili consecutivi con ben quattro successi (a cui si aggiunge il pari a reti bianche di Pisa). Albè adotta un classico 4-4-2 con Taliento e Sanchez che si alternano tra i pali. Perico, Montesano e Foglio sono i punti fermi della difesa con il nigeriano Bonalumi e Rocchi a giocarsi il posto rimanente. In mezzo qualità e quantità con Chiarello (5 gol già in carniere), Pinardi, Marotta e Iovine (o Pinto). Davanti due bocche da fuoco di notevole esperienza che rispondono ai nomi di Bruno (classe ’79) che ha all’attivo 65 gol in 150 presenze tra A, B e C dei quali 9 realizzati nel torneo in corso e di Perna, seconda punta del 1986 andato già 7 volte a segno. Primo cambio della batteria avanzata il veloce ghanese Okyere (’88). Compagine tosta che predilige il gioco sulle fasce e si avvale di una tifoseria molto calda, la Giana Erminio è senza dubbio un avversario abituato a combattere nella categoria e, anche per questo motivo, molto insidioso.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
error: Il contenuto che stai cercando di selezionare è protetto.